L Impianto Di Scarico

L Impianto Di Scarico l impianto di scarico

L'impianto di scarico ha lo scopo di convogliare i gas di scarico verso l'esterno dopo averne abbassato la tossicità, la pressione e la temperatura. impianto di scarico - quiz patente. Domanda, Risposta. La marmitta deteriorata aumenta l'inquinamento acustico prodotto dai veicoli a motore, V. L'impianto di scarico è quella parte dei motori termici che serve per l'evacuazione dei gas di scarico. Indice. 1 Componenti; 2 Criteri di progettazione. L'impianto di scarico ha lo scopo di ridurre la rumorosità e l'inquinamento atmosferico prodotti dai veicoli a motore. Esso, infatti, convoglia i gas di scarico verso. L'impianto di scarico è un sistema complesso che parte dal motore e giunge fino all'estremità dell'automobile. Un impianto di scarico completo è.

Nome: l impianto di scarico
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 20.79 Megabytes

Sistema di scarico: funzionamento e componenti fondamentali Sistema di scarico: funzionamento e componenti fondamentali Ogni impianto presenta caratteristiche diverse in base al tipo di automobile sul quale esso è installato. Il tubo di scarico di un autoveicolo, dunque, ha la stessa funzione di una canna fumaria applicata ad una struttura inerte.

Inoltre, i moderni sistemi di scarico che equipaggiano le vetture attualmente in vendita devono essere progettati in maniera tale da ridurre al minimo le emissioni inquinanti prodotte dal funzionamento del veicolo e da abbattere in maniera evidente il livello di rumore causato dal movimento del mezzo.

Per rispondere a tutte le sopra descritte necessità, i sistemi di scarico sono oggi costruiti facendo largo impiego di materiali particolari forgiati in maniera tale da assicurare alti livelli di affidabilità e di longevità. Incone e fibra di carbonio, in particolare, vengono solitamente impiegati per la realizzazione dei silenziatori che equipaggiano i veicoli a due ruote.

Contattateci per scoprire le offerte dedicate ai nostri clienti e richiedeteci informazioni dettagliate circa i modelli dei ricambi: verrete serviti da personale esperto e qualificato a vostra disposizione per rispondere alle vostre domande.

Prodotti di marchi affidabili Per avere la garanzia di vendere prodotti di buona qualità e che assicurino ottime prestazioni in termini di durata ed efficienza, ci affidiamo al prestigio di grandi marchi, rivendendoli a prezzi convenienti. Per quanto concerne le marmitte, per esempio, siamo rivenditori di prodotti certificati di marchio Imasaf, che rappresenta una garanzia in termini di sicurezza ed affidabilità.

Da quali parti è composto l'impianto di scarico è quale è il suo ruolo nei confronti del motore? Oggi è arrivato il momento di occuparci di uno dei componenti più conosciuti e discussi da appassionati e non: l'impianto di scarico.

Quella che viene volgarmente chiamata 'marmitta' è in realtà solo una piccola parte di un sistema complesso, che parte dal motore stesso e arriva fino all'estremità dell'auto. Tipicamente un impianto di scarico completo si divide in diverse parti, di cui le principali sono i collettori, il centrale e il terminale.

Se fino a due decenni fa il suo ruolo era solo si fa per dire quello di massimizzare le prestazioni di un motore e di silenziarne il rumore dello scoppio — per questo si chiama anche silenziatore — nei giorni nostri è diventato centrale anche nella riduzione delle emissioni inquinanti.

I collettori sono quei tubi collegati alle luci di scarico dei cilindri. Si installano sulle pareti del cilindro tramite prigionieri o attraverso robuste molle.

La loro forma è importante perché agevolerà la fuoriuscita dei gas di scarico. In genere sui collettori troviamo installato il catalizzatore, un componente messo appunto per ridurre l'inquinamento.

Hai bisogno di un taglio laser pulito e affidabile per la produzione dei tuoi componenti?

Il suo compito fondamentale è trasformare le sostanze nocive contenute nei gas di scarico in agenti innocui per l'organismo umano e per l'ambiente. Dai collettori si arriva poi al pezzo più affascinante e importante: il terminale. Conosciamo ormai le forme più improbabili di terminale, alcune nate esclusivamente per un fattore estetico, altre per garantire alla moto migliori prestazioni.

I terminali più comuni sono formati da un da un involucro esterno generalmente in acciaio vengono poi utilizzati titanio, carbonio e alluminio.

Al suo interno troviamo un particolare tipo di materiale termoisolante e fonoassorbente generalmente la famosa lana di vetro installato tutto attorno ad uno stretto tubo forato dal quale passano appunto di gas prodotti dal motore.