Come Scaricare Jumbo Mail

Come Scaricare Jumbo Mail come jumbo mail

Jumbo Mail è l'opzione di Libero Mail che permette l'invio di e-mail con allegati (​video, foto, documenti) di grosse dimensioni, fino ai 2 Gb. Scopri di più. Scopri come effettuare il download degli allegati con Libero JumboMAIL. una mail di notifica (se all'invio hai selezionato di voler ricevere queste notifiche). Per inviare una Jumbo Mail seleziona la voce JumboMail che trovi di fianco al tasto di 25MB, il sistema automaticamente ti chiederà di inviarla come JumboMail dei file entro il quale i destinatari potranno visualizzare/scaricare i file inviati. Grazie a Libero Mail è possibile usufruire del servizio di Jumbo Mail. Questo Cliccando sul link, l'allegato viene scaricato automaticamente. Per far scaricare il file in questione dovrai condividere il link del codice Un ottimo servizio del Web che offre l'invio di un file di grandi dimensioni è Jumbo Mail;.

Nome: come jumbo mail
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 40.81 MB

Per gli utenti Gnome, installare Convertitore di immagini per Nautilus per ridimensionare le immagini direttamente dal Gestore file. Comprimere "zippare" i propri file Tutti i file tranne le foto come documenti di testo o fogli di calcolo , possono essere trasformati in file "zip" da allegare al proprio messaggio "zip" è un formato comune di compressione e archiviazione file.

I file compressi hanno un'estensione ". Automaticamente con l'aiuto del componente aggiuntivo Auto Compress File. È possibile comprimere le foto, ma solitamente la dimensione delle stesse non diminuisce, pertanto non è molto utile farlo.

Vantaggi e svantaggi di utilizzare WeTransfer Quando si tratta di inviare documenti, foto o qualsiasi altra tipologia di file, WeTransfer è indubbiamente una delle migliori piattaforme sul mercato. Si tratta di un servizio molto semplice ed alla portata di tutti. Non richiede registrazione per la versione gratuita.

Questo è un grosso punto a favore in quanto evita le solite rotture di scatole di doversi registrare. In caso di perdita di connessione, il caricamento del file riprenderà da dove era rimasto appena torna su la rete.

Come inviare gratis file di grandi dimensioni

Svantaggi Non è possibile trasferire file superiori ai 2GB. I file devono essere scaricati entro 7 giorni. Decorso questo termine vengono cancellati definitivamente.

Leggi anche: Come guadagnare con le affiliazioni di Worldfilia e Affiliation Park Come inviare file pesanti con Google Drive Google Drive è una piattaforma che ti offre 15GB di spazio di archiviazione gratuito. Se possiedi un indirizzo di posta elettronica Gmail allora hai già accesso a Drive.

Come potrai immaginare questo è un servizio che include molte funzionalità. Se sei già loggato con il tuo account Gmail allora accederai direttamente alla tua area riservata, mentre se non lo sei, dovrai prima inserire le tue credenziali. Inserisci tutti i dati necessari per la registrazione e segui la procedura guidata.

Quando avrai finito potrai accedere al tuo account Drive.

Limiti di Mail Drop

Ti si aprirà una finestra con tutte le opzioni a tua disposizione. Ti ricordo che per selezionare più file contemporaneamente devi tenere premuto ctrl su Windows e cmd su MacOS.

Caricamento di una cartella: in questo caso dovrai selezionare una cartella non è possibile selezionarne più di una Scelto il file da caricare dovrai aspettare il tempo necessario in base alla velocità della tua connessione. A questo punto il sistema ti fornirà un link che potrai inviare alla persona che deve ricevere il tuo file. A dire il vero ci sono tantissimi altri metodi che Google Drive mette a disposizione per condividere un file. In questo articolo abbiamo visto quello più veloce.

Vantaggi e svantaggi di utilizzare Google Drive Anche Google Drive è un ottimo servizio quando si tratta di condividere documenti, foto e file di vario genere.

Il destinatario potrà scaricare ogni file ricevuto un massimo di cinque volte. Per scrivere e-mail efficaci e formali diversi manuali forniscono indicazioni utili per esprimersi attraverso la posta elettronica.

Tra i diversi volumi che vi consigliamo rientra Scrivere email, costruire relazioni: Tecniche per non finire nel cestino che fornisce consigli utili a comunicare in modo professionale e spiegare in poche parole un concetto.

Una guida completa di casi ed esempi pratici per imparare a scrivere in modo diretto ma formale e mandare e-mail di lavoro senza difetti.

Ricezione di file

Il meccanismo è semplice: basta caricare i file di grandi dimensioni su uno dei servizi di storage cloud che abbiamo citato quindi utilizzare la funzione che permette di generare un link diretto al file. Una volta che si conoscerà il link diretto per il download del file caricato sul cloud, basterà copiare il link e incollarlo nel testo dell'email prima della sua spedizione. In questo modo, il destinatario potrà comodamente scaricare il file pesante usando il browser web, con un semplice clic.

Nel caso in cui il file da condividere via email fosse caricato su OneDrive, è sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse sul file da inviare quindi cliccare su Condividi. Con un clic su Ottieni un collegamento si potrà copiare il link da incollare nell'email oppure selezionando Posta elettronica si potrà inviare direttamente un messaggio di posta con il link cliccabile per il download.

Successivamente, nel momento in cui si volesse rimuovere la condivisione, basterà cliccare sul file dall'interfaccia di OneDrive e fare riferimento alla colonna che compare a destra.

Nel caso di Google Drive, la procedura da seguire è sostanzialmente identica: basta infatti caricare su Drive il file da condividere quindi cliccarvi con il tasto destro del mouse e scegliere Ottieni link condivisibile. Dalla stessa schermata si possono gestire ed eventualmente rimuovere le condivisioni con utenti in possesso di account Google.

Nell'articolo Permessi Google Drive: chi ha accesso ai documenti e ai file? Un'analoga procedura è applicabile anche dagli utenti di Dropbox cliccando con il tasto destro del mouse su un file e scegliendo la voce Condividi. FileLink, infatti, è compatibile con i servizi di storage cloud Dropbox e Box. Nel momento in cui si prova ad allegare un file pesanti ad un messaggio di posta, Thunderbird suggerisce di caricarlo sul cloud.

Cliccando su Collegamento è possibile fare in modo che il file pesante venga automaticamente inviato su Dropbox oppure Box e che un link venga posto nel corpo del messaggio. Nell'articolo Inviare allegati pesanti: file di grandi dimensioni spedibili senza problemi con alcuni semplici trucchi abbiamo visto da vicino il funzionamento di FileLink.

Strumenti cloud per inviare "al volo" i file pesanti via email Tutte le metodologie sin qui illustrate hanno il vantaggio di mantenere in qualche modo legato il file condiviso sul cloud all'email del mittente.

Indice dei contenuti

Per inviare "al volo" un file pesante, tuttavia, è possibile utilizzare anche alcuni strumenti alternativi. Uno dei migliori è senza dubbio WeTransfer che, senza richiedere alcun tipo di registrazione, consente di inviare file pesanti fino a 2 GB. I file inviati basta specificare indirizzo e-mail del mittente, del destinatario e messaggio da accludere restano conservati per un periodo di 7 giorni dal momento dell'upload.

Un ottimo servizio simile a WeTransfer è Smash : vedere a tal proposito l'articolo Inviare file pesanti senza installare nulla sul PC. Smash non impone alcun limite sulla dimensione dei file, consente di definire una data di scadenza per il link download fino a 14 giorni, permette di definire una password a protezione degli archivi condivisi e supporta gli invii multipli.

Skip links

Indipendentemente dalla soluzione prescelta comprese quindi quelle illustrate in apertura , suggeriamo di adottare qualche soluzione crittografica per proteggere i propri dati: Proteggere i file su Google Drive, OneDrive e Dropbox con la crittografia. La differenza rispetto agli approcci sin qui presentati è che per avviare il trasferimento dei file pesanti, sia mittente che destinatario dovranno trovarsi contemporaneamente online perché l'invio dei dati sarà diretto dall'uno all'altro capo della comunicazione.

Takeafile offre anche la possibilità di caricare i file sul cloud ma con maggiori limitazioni rispetto ai servizi presenti precedentemente.

Una validissima alternativa è rappresentata da OnionShare, un'applicazione che si basa sulla rete Tor e che permette di scambiare i dati direttamente tra mittente e destinatario in forma cifrata end-to-end: ne abbiamo parlato nell'articolo Inviare file pesanti in sicurezza senza che possano essere intercettati da altre persone.

Invitare l'utente remoto a scaricare i file dal proprio sistema Se si prevede di mantenere collegato il personal computer a lungo, si potrebbe consentire di scaricare i file dal proprio sistema, senza neppure caricarli sul cloud.

Inoltre, è importante che l'indirizzo IP del router non cambi, altrimenti l'utente remoto non potrà scaricare i file valutare l'utilizzo di un IP statico o un servizio Dynamic DNS.